Il consueto appuntamento con i compagni del corso sommelier, l’ultimo del 2017, a ridosso del Natale, è stato utilmente sfruttato per provare ciò che i birrai sono soliti brassare appositamente per le feste natalizie. Sono birre generalmente alcoliche, intense, speziate, senza uno stile specifico ma con grande personalità che più di altre sanno rappresentare lo stile del birraio e del birrificio.

Questo veloce ma intenso viaggio parte dal Belgio con i mostri sacri dello stile e, dopo una piccola deviazione in Inghilterra, si conclude in Italia con due ottime espressioni che possono ormai competere alla pari con le versioni belghe (va beh, magari con la Stille Nacht no, ma questa è un’altra storia)

1. Belgio: Brasserie Dupont – Avec les Bons Voeux 9.5% ABV – Birra di Natale del birrificio più rappresentativo dello stile Saison, il lievito è lo stesso ma con gradazione doppia rispetto alla birra originaria. Il Colore è dorato scarico, a parte il fondo la birra è limpida, al naso le note del lievito sono in assoluta evidenza come ci si aspetta da questo birrificio, la crosta di pane i fiori e soprattutto la frutta bianca matura, sul finire il pepe bianco e le spezie leggermente sotto tono rispetto alla saison originaria. In bocca grazie al lievito è secca anche se mantiene una buona morbidezza.

2. Inghilterra: Samuel Smith – WINTER WELCOME 8.5% ABV– Una delle birre meno alcoliche della serata prodotte da uno dei più tradizionali birrifici inglesi situato al centro dell’isola britannica. La birra è limpida, il colore è ambrato, la schiuma evanescente e la carbonazione quasi assente. Al naso troviamo note di miele scuro, di castagno, arancia candita e caramello. In bocca è sapida ma poco intensa e con la bevuta che scivola molto velocemente.

3. Belgio: De Ranke – Pere Noel 7% ABV – L’eccezione che conferma la regola: é una biirra che si discosta molto dalla tradizione Belga, con una gradazione alcolica quasi al limite minimo delle birre belghe tradizionali ed un uso sapiente ma deciso ed importante del luppolo. Questa è la filosofia del birrificio de Ranke che così combina tradizione e modernità. La birra è velata, il colore è ambrato, e la schiuma pannosa e persistente. Al naso è predominante il luppolo con note di rosa e melone bianco In bocca l’alto livello di amaro per una birra del genere la rende allo stesso tempo morbida e secca, facilitando la bevuta.

4. Belgio: De Dolle Brouwers – Stille Nacht 12% ABV – La birra di Natale per eccellenza, brassata dal birraio più bravo e folle nella gestione magistrale del proprio lievito belga, ogni anno sempre diversa, una scoperta sia assaggiarla subito per festeggiare l’inizio del periodo natalizio sia tenerla in cantina qualche anno per farla evolvere al meglio. Tra le birre degustate quella con più equilibrio, intensità e personalità. Il colore è dorato, velata, schiuma pannosa, persistente. Al naso in evidenza lievito con crosta di pane e pasticceria poi già degli arome di evoluzione con incenso e fumo di candela. In bocca è piena, calda persistente. Sua maestà La Stille Nacht

5. Italia: EXTRAOMNES – Kerst 11.5% ABV – Versione affinata solo in bottiglia della birra di Natale di Extraomnes. La birra è velata, il colore è dorato carico e la schiuma è pannosa e persistente. Al naso in evidenza fiori bianchi e miele millefiori, poi la nota di pane e pasticceria data dal lievito. In bocca è morbida e calda anche se si beve molto più facilmente dei suoi gradi alcolici.

6. Italia: EXTRAOMNES – Kerst RESERVA 11.5% ABV – La versione passata in botte della birra precedente con bottiglia numerata, il passaggio si sente eccome modificando completamente la birra. Il colore è piò scuro, tendente all’ambra. Al naso mela verde e frutta candita, sul finire grande speziatura con ad esempio la cannella molto più controllata rispetto alla versione dello scorso anno la nota di ossidazione, qui quasi assente. In bocca morbida e calda con un finale dolce.

7. Italia: Nix Beer – Hallerbros 11.3% ABV – Prima birra di Natale per Nicola Grande, stile Quadrupel quindi color tonaca di frate. Al naso caramello tostato, toffee, caramella mou, caffè d’orzo, grande speziatura. In bocca piena e calda ma allo stesso tempo beverina. Provata abbinata con una barretta di cioccolato fondente 80%: combinazione perfetta.

8. Belgio: Brasserie Fantome – Fantome de Noel 10% ABV– Birrificio che adoro per le loro Farmhouse Ale, birre storiche con note lattiche, speziate e selvatiche date dal Brett. Non avevo mai bevuto questa loro birra ed ero curioso di scoprire come avrebbero declinato una farmhouse ale in una birra di Natale, Lo stupore è stato grande perché era totalmente diversa dal loro solito stile. Assente l’acidità ed il selvatico, è una birra morbida e piena in stile Strong Dark Ale. Classico tappo in sughero con tappo a corone come da stile Fantome, ambrata scura e buona carbonazione, al naso ricorda un passito con confettura di albicocca e frutta secca. in bocca non è acida ma piena e con il grado alcolico ben mascherato.