In questa seconda cantina all’interno della città di Nizza, proprio di fronte alla stazione, troviamo una gradita sorpresa, oltre alla contina è presente un museo a cielo aperto con gli oggetti storici legati principalmente alla vite ma che spaziano anche ad altre ambiti del mondo agricolo: troviamo torchi pubblici vecchi di centinaia d’anni che erano installati nella piazza principale del paese dove ciascuno pigiava la propria uva, con ancora le viti in legno quindi antecedenti alla diffusione del ferro per le viti senza fine. Inoltre Carri per il trasporto dell’uva, una locomotiva della prima linea ferroviaria italiana, la Napoli Portici, e una gran quantità di macchine per il trattamento dei cereali, oltre ad attrezzi di uso comune, assolutamente consigliata la visita!

1. Brachetto d’Aqui – Spumate metodo Charmat – aromatico, Lampone, fresco in bocca fresco e leggero 7/10

2. Barbera – 2016 – Equilibrato, erbaceo non in evidenza

3. Barbera Superiore – 2011 – Equilibrato legno armonizzato

4. Nizza – 2012 – Ritorna a prevalere l’erbaceo, in bocca morbido e avvolgente erbaeo presente ma non invasivo

5. Nizza – 2008 – Sentori simili al 2012, molto più armonico, l’evoluzione ha limato l’erbaceo e reso più evidente l’alcool

6. Nizza – 1999 – Colore granato con rilessi aranciati, al naso mandorla e legno e si inizia a sentire l’ossidazione